CHI HA INVENTATO L’OROLOGIO? LA STORIA DEI SEGNATEMPO DA POLSO

CHI HA INVENTATO L’OROLOGIO? LA STORIA DEI SEGNATEMPO DA POLSO

Chi ha inventato l’orologio? Non è una domanda con una risposta semplice: la storia dell’orologio si dipana infatti nei secoli, e conosce una lunga preistoria. Prima dell’invenzione dell’orologio, infatti, ci sono piccoli passaggi, con dei segnatempo assolutamente rudimentali e imperfetti che, pian piano, hanno portato agli orologi come li conosciamo noi. Scopriamo, quindi, la storia dell’orologio.

LA STORIA DELL'OROLOGIO

Se si volesse andare a individuare il primo orologio della storia, si dovrebbe cercare qualcosa di totalmente diverso dai segnatempo che conosciamo oggi. Parliamo infatti della meridiana, ovvero di un palo conficcato nel terreno – più tardi anche nelle pareti – che, proiettando un’ombra sotto di sé, permetteva di intuire il momento della giornata. Non c’era, ovviamente, alcuna pretesa in fatto di precisione, e questo orologio degli antichi era per molti periodi inservibili: di notte o con il cielo coperto, infatti, la meridiana era del tutto inutile. L’evoluzione della preistoria dell’orologio continua quindi con la clessidra, costruita dapprima con dell’acqua, e poi con la sabbia: era così possibile misurare lo scorrere del tempo.

Per trovare i primi orologi meccanici della storia bisogna arrivare al quattordicesimo secolo, con i primi quadranti ad apparire su campanili delle chiese, a partire da Milano e Parigi: non sappiamo, però, chi possa essere indicato come l’inventore dell’orologio meccanico.
Nel frattempo, nacquero anche i primi orologi da appartamento, dapprima con la sola lancetta delle ore, poi più complessi, fino ad arrivare, nel diciassettesimo secolo, ai classici orologi a pendolo, inventati da Christiaan Huygens, che ne depositò il brevetto nel 1656 (e può quindi essere ricordato come l’inventore degli orologi a pendolo). Sappiamo anche che, nel diciottesimo secolo, John Harrison realizzò degli orologi a molle abbastanza precisi, capaci di funzionare anche a bordo delle navi.
Quando nacque, invece, il primo orologio da polso?

 

 

IL PRIMO OROLOGIO DA POLSO

Vista la storia dei primi orologi meccanici, vediamo uno dei più grandi passaggi moderni dell’evoluzione dell’orologio, ovvero la nascita dell’orologio da polso. Sappiamo che un orologio da polso fu commissionato ad Abraham-Louis Breguet nel 1810, dalla sorella di Napoleone – nonché regina di Napoli – Carolina Murat. Di questo primo orologio da polso, però, non si hanno notizie: sappiamo solamente che venne consegnato alla regina. Il più antico orologio da polso nella storia arrivato fino a noi è invece quello realizzato da Patek Philippe nel 1868: si tratta di un orologio da polso in oro.

 

 

Articoli correlati

GUIDA AI CINTURINI DI ALTA GAMMA: LA STORIA DELLA CHIUSURA DÉPLOYANT

Leggi

PATEK PHILIPPE E PISA OROLOGERIA: STORIA DI UNA GRANDE SINERGIA

Leggi

Contattaci